P.

febbraio 10, 2012

ecco che entra adidas bianche sui piedi piccoli capelli ricci un po’ lunghi i rayban il jeans sulle gambette storte toste sfilacciato ad arte (ma è un’arte che si è persa nel ’98, nel ’99) giubbotto in pelle e la sua piccola corte
due ragazzi due donne una la sua l’altra amica o sorella di lei, due belle donne: però piccole, scure
e lui, lui assomiglia a uno famoso, un cantante da mezza classifica da successo estivo, oppure lo è proprio e siamo noi ad averne scordato il nome, o ancora il proprietario di una marca di vestiti che qualche volta ha guadagnato il palco grande
abiti nuovi in effetti i due ragazzi, uno l’afro l’altro in paglietta, snelli soprattutto: amici modelli producer pr?
e tutti e cinque lenti e veloci insieme, tutto con profonde sontuose occhiaie e una calma pacata appagata imburrata, da coca stemperata a roba
i ragazzi a loro agio le due tipe fotteniente (si appollaierebbero su una testa mozza) lui però alla rosticceria indiana c’è mica troppo abituato, fa delle ironie per assestarsi
comunque guascone
…eh, lo sgabello alto…
ed ecco il momento, ecco che si toglie il giubbotto di pelle
ed ecco l’epifania, il miracolo laico: sotto ha un altro giubbotto di pelle.

Annunci

6 Risposte to “P.”


  1. P.!
    e A.
    e altri seguiranno.

  2. mark Says:

    bellaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!! :)

    sempre lì in biblioteca che tu sappia?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: