Jacopo

maggio 9, 2012

(un goldie oldie d’occasione)

Essere un ragazzo (di nuovo!)
in una taverna una villana
nel mezzo di una discussione
– voi invece cosa siete, “signore”?
Risponderle:                 un poeta.
– un poeta, abbiamo (nientemeno!)
ci dica una poesia allora!
Guardare il tavolo e partire,
Plus douce qu’aux enfants la chair des pommes sures,
L’eau verte pénétra ma coque de sapin
Et des taches de vins…

Advertisements

4 Risposte to “Jacopo”


  1. (lo so, non è stagione, ma mi ci gingillavo da qualche giorno, con le 10 e le 11 sillabe, e lo avevo lì sul desktop…)

  2. Anonimo Says:

    sempre acuminato; mi monta, un po’, la morte a dirgli addio… hai divinato un incrocio d’epoche, coi PP, un cristallo bastardo

  3. Anonimo Says:

    (mark)


  4. si dai alla fine non era male questa ^^’


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: