Posts Tagged ‘anna’

alcuni appuntamenti di gennaio

gennaio 14, 2015

oggi, mercoledì 14 gennaio, h18, alla Via dei Libri in via Martelli, presentazione di Terra ignota 2 – Le figlie del rito.

venerdì 16 febbraio, h18:30, alla libreria-caffè La Cité, presenterò Anna – Storia di un palindromo, di e con Francesco D’Isa, assieme a Diego Bertelli e Francesca Matteoni

sabato 17, dalle 18:30, alla libreria TodoModo di via dei Fossi, piccolo seminario/barcamp/simposio aperto sul fantastico contemporaneo. Io parlerò dei due Terra ignota, ma ci saranno anche Silvia Costantino, Francesco D’Isa, Vincenzo Marasco, Edoardo Rialti e chiunque vorrà portare un intervento sul tema.

venerdì 23, sempre alla libreria TodoModo alle 18:30, presenterò Fiaba d’amore di e con Antonio Moresco, assieme a Sergio Nelli.

venerdì 30, ore 11:30, presentazione di Terra ignota 2 Le figlie del rito al Liceo Sportivo ISI Piaggia di Viareggio, con la prof.Lucia Lari.

sabato 31, ore 18, allo Spazio di via dell’Ospizio di Pistoia, presentazione di Tutti gli altri di Francesca Matteoni, ultimo nato della collana Romanzi da me diretta per Tunué.

Annunci

Anna

dicembre 18, 2012

Alle cene ormai consiglia sempre libri di Zingeyar, Tanita Vrobot o Pocho Parolewskij.

Anna

febbraio 20, 2011

– Scusi, ma cosa guarda?
– Voi. Guardo proprio voi.

Anna

maggio 16, 2010

“Non abbiamo simili poteri, figlia mia.”

Anna

novembre 14, 2009

GemeinschaftGesellschaft… Hah!”

Anna

giugno 27, 2008

La finestra è opaca. Devo pulire le finestre, pensa Anna. Immobile di cera, sul letto guarda il vetro. L’opaco è fatto da una miriade di ombre: ombre di goccioline, ogni goccia pare aver vissuto un mezzo centimetro, poi si è lasciata dietro un’idea di grigio, più marcata in basso.
Anna si trascina fuori dal letto senza voglia, agguanta una mela. L’impressione è sgradevole, soffice: la mela è più avvizzita di quanto le fosse sembrato dal letto. Anna pensa che in casa non ci sono provviste, solo mele vizze e spezie e pasta e tè e pasta d’acciughe. E pollo, incarognito di grigio a stare nel freezer senza il sacchetto da ghiacciaia.
Anna si siede al tavolo, è pieno di libri e riviste; quando deve ricevere un uomo, spesso tira fuori libri che reputano la possano far sembrare più interessante, poi per giorni non li rimette a posto. Buona poesia. Celine. Libri strani, buoni per far partire le conversazioni. La Montagna Incantata. Anna sfoglia le poesie di Verlaine, edizione Newton Compton tremilanovecento lire, mai lette, poi scava un sentiero verso il bagno, piscia, si alza, di vede sgranata nello specchio quadrato, strizza qualche poro occluso, sul naso. Nel bicchiere degli spazzolini, forse, si sta riformando la melma, pensa. Una volta trovò un piccolo verme nel lavandino e ci mise giorni per capire che veniva dalla melma del bicchiere: minuscole scolature organiche e dentifricio e polvere che fa bigia la palude.

Anna

marzo 30, 2008

Sa di latte, piange la notte.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: