Posts Tagged ‘miniserie’

Bar Speer – XV

novembre 21, 2010

Göring: “Boia, ormai con quest’altri è diventato una bega anche vedessi pe’ una cena.”
Goebbels: “E perché, al cinema? Quant’è che non si va al cinema?”
Göring: “Ciavessi una fia, io al cinema ci verrei anche, ma dio bo’, noi da soli, a quest’eta’ – in divisa poi! – ci piglierebbero subito per frustoni.”
Goebbels: “Stanchi. Gli è che siamo stanchi.”

Annunci

La lunga strada verso Troia – III

marzo 4, 2008

Menelao [finisce di disegnare]: “Ecco qua.”
Agamennone: “Cane?”
Menelao: “No.”
Agamennone: “Lupo, allora.”
Menelao: “No! Guarda bene, cosa c’ho fatto sopra?”
Diomede: “Oh! Non si può parlare!”
Agamennone: “Un koala…”
Menelao: “Ecco. Quindi…”
Agamennone: “Zoo?”
Diomede: “Tempo scaduto!”
Menelao: “Ma cazzo! Dingo, per Zeus! DINGO!”
Agamennone: “Le hanno fatte troppo difficili, le carte, in questa edizione.”
Diomede: “Vabbè. Sta a noi, eh.” [inizia a tracciare una linea sul foglio]
Ulisse [gli blocca la mano]: “Weltanschauung!”
Diomede: “Weltanshauung…”
Ulisse: “Weltanschauung goethiana.”
Diomede: “Se ne fa un’altra?”

Disco Albedo – II

marzo 2, 2008

Jacques de Molay: “Che vi fo?”
Averroè: “Fammi un invisibile, va’.”
Raimondo Lullo: “Smetterai, un giorno, di bere quei troiai? Di domenica pomeriggio, poi.”
Averroè: “E’ per quello. Mica per star qui. Sennò i miei a cena ‘un li sopporto mica. La domenica sera sono riposati, hanno la chiacchiera. Polemica.”
Raimondo Lullo: “Fanne uno anche a me, vai, Jacquì.”
Averroè: “Sarai una fava?”

[ II – continua]

La lunga strada verso Troia – I

febbraio 27, 2008

Aiace: “Pianura. Passo.”
Ulisse: “Mare sotterraneo, rito, rito, juzam, torre d’avorio; lotus, sacrifico, timetwister. Pelo sette; Mox nero, mox rosso, lotus, sacrifico, rito, juzam, ruota della fortuna. Pelo sette; mox blu, ancestral, pelo tre; lotus petal, mox bianco, time walk. Stappo tutto, pelo, due danni di juzam ma riprendo tre di torre, vado a ventuno, calo la Library of Alexandria, mox verde, tappo tutto, juzam, timetwister. Pelo sette; attacco, vai a dodici. Lotus, ancestral, pelo tre, time walk. Stappo tutto, tre danni di juzam ma riprendo tre di torre, pelo di library, pelo la mia, calo la strip, ti strippo la pianura, attacco, vai a zero.”
Aiace: “Aspetta! La tappo in risposta alla strip mine! Balsamo curaferite! Sono a tre.”
Ulisse: “Ormai l’avevo strippata… Vabè: scarto un serendib, force of will. Rivincita?”

[ I – continua ]

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: