Posts Tagged ‘strade di Firenze’

comunicazione di servizio

luglio 30, 2008

Segnalo questa bella intervista di Antonella Lattanzi per Kult, su “Gli interessi in comune” e sul mio lavoro letterario in generale.

La strada di Firenze (via di Novoli) è rimandata alla prossima settimana, causa edizione estiva del giornale.

Prossima presentazione del libro, sabato 2 agosto a Borgo San Lorenzo, presenta Johnny Tagliaferri.

Le strade di Firenze – XVII

giugno 24, 2008

VIA FAENZA (Corriere Fiorentino di domenica 22 giugno 2008)

Mi chiamo Lindsay, ho ventisei anni e vengo da Charlotte, Carolina del Nord: tre volte ho alloggiato a Firenze e tre volte è stato in via Faenza.
La prima volta avevo diciotto anni e uno zaino da alpinista. La mia era la “vacanza in Europa” che spesso si fa prima del college, e Firenze non era che una delle molte tappe di un viaggio pianificato più come un’abbuffata di mete che come una vera vacanza. Arrivai di notte, e non ci fu verso di trovare un ostello: i pochi che c’erano non rispondevano al telefono, oppure erano pieni o ancora avevano assurdi coprifuoco. Finii in via Faenza, e anche lì l’ostello era completo: sfinita per il troppo girare finii per posare lo zaino in un hotel a una stella, scelto a caso tra i ventidue che affollano i lati del primo tratto della via. Sarei rimasta solo due notti, compresa quella dell’arrivo, sicchè via Faenza mi restò nel ricordo più di un David visto di sfuggita o di un Ponte Vecchio tanto pieno di gente da farti temere il crollo. Via Faenza è un budello che

Leggi il seguito di questo post »

Le strade di Firenze – X

Mag 6, 2008

VIA PIETRAPIANA (Corriere Fiorentino di domenica 5 maggio 2008)

Via Pietrapiana potrebbe sembrare una via collocata nel passato. C’è un “centro arredotessile” a caratteri cubitali, e noi non siamo più abituati a vedere scritte così grosse che non facciano capo a nomi di multinazionali o grandi catene; ci sono le poste, con quell’aria burocratica: l’edificio pare importato con un ponte aereo direttamente da Berlino est; in via Martiri del popolo, addirittura, si intravedono un negozio “Ottica foto” e un’insegna “Confezioni”. Tutto è anni ’70, eppure via Pietrapiana è una via contemporanea. Una via che dice molto della Firenze di oggi, tra tante vie che dicono molto della Firenze del ‘500. E non è contemporanea solo perché d’estate, sotto la Loggia del Pesce, apre un baretto coi dj-set (e i mojiti a otto euro): il fulcro – assolutamente involontario – della contemporaneità di via Pietrapiana è la Standa.
La Standa di via Pietrapiana è l’unico vero supermercato del centro.
Nell’unico vero supermercato del centro vanno tutti quelli che in centro ci vivono e non hanno modo di andare altrove. Tutti quelli senza automobile, tutti quelli che non hanno voglia di

Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: