Posts Tagged ‘vasilij’

Vasilij

gennaio 22, 2013

In sovraccarico dopaminergico per il solo stress (ma messo peggio che dopo sei basi di speed), guadagna dieci minuti di sonno, subito troncati da un incubo terribile: “ah! finalmente un po’ di fase REM” è il pensiero con cui lo saluta, tutto contento, prima ancora che i lemuri si siano ritratti nella matrice del buio.

Annunci

Vasilij

dicembre 13, 2010

ti dovrei forse dire
qualcosa, amore mio
quando dormi sotto la neve
e io faccio flessioni davanti
al tuo letto come un carcerato?
se entro lì sotto oggi mi scacci
via, e le tue piante fanno
anidride carbonica
nel gelido chiarore
(l’ultima volta che presi
aria uscendomene fuori
in corridoio, spaventai un
orientale che alle cinque usciva
col cane); allora lavo via il
sudore, e canto magari
le buone caldaie della
socialdemocrazia.

Vasilij

ottobre 20, 2010

Ha visto le menti migliori della sua generazione non esplorare i limiti della propria coscienza perché avevano creduto a quel che diceva la TV.

Vasilij

dicembre 26, 2009

Non è più in Kansas (da cinque o sei anni).

Vasilij

luglio 17, 2009

mentre morivo
mi sono visto ridere
ho sentito l’odore dei fiori che mai gialli ti mettesti tra i capelli
l’odore di grano che avevi tu
o forse è solo un ricordo
un ricordo di me piccolo
e mia madre castana come la Madonna, un’Iside giovane
dai talloni freschi di Primavera
buoni per schiacciare il serpe
tra l’erba;
le mie lussurie di bava
un giorno su un prato tu e io,
neanche la vedevo, la tua innocenza
ma d’altronde la nascondevi bene.
una corda di pochezze, la mia vita
e non ho fatto neanche in tempo
neanche in tempo a provare
a procurarmi l’abito (almeno!) da mistico;
neanche a mettere a fuoco una cosa,
una cosa che volevo dire,
che pensavo potesse rimanere.

Vasilij

febbraio 22, 2009

Indulge per un attimo a certe fantasie monogame.

Vasilij

gennaio 22, 2009

“Funzioni produttrici…generatrici…” – DI CONTENUTO! Arrr
[vomita elfi]

Vasilij

novembre 13, 2008

E se l’ospite d’onore volesse morire?

Vasilij

ottobre 17, 2008

Sente odore di karma cattivo.

Vasilij

luglio 17, 2008

“Voi, voi con le ciantelle le birkenstock le borse tibetane le incisioni di piercing abbandonati,
in coda, uno di voi è uscito con una figliola ma non rinuncia mica a beccarvi
dove? Al cinese delle birre, e allora – lui deve fare il simpatico con quella fregna sciapa – giù
a parlare del cibo piccante e questo cos’è (è ginger) e ma-veramente-in-indonesia-se-magnano-le-cavallette?
Ecco, a voi volentieri passo avanti, spingendo, scodello l’euro e cinquanta della mia, di birre, al cinese
giovanissimo ma già malato di pelle, sgomitando, rischiando forse una spinta, un confronto –
che uno cattivo nel gruppo lo avete – e occhiando magari, un poco, delle vostre donne
la meno rovinata.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: